LINEA DIRETTA CON L'ARCHITETTO | SOLO CHIAMATE | Lun-Ven: 10.00-12.00

Architetto Consiglia

Come Funziona

  • 1. COMPILI IL MODULO DI RICHIESTA
  • 2. L’ARCHITETTO TI CHIAMA
  • 3. PAGHI CON PAYPAL O BONIFICO
  • 4. FACCIAMO IL PROGETTO
  • 5. CONTROLLI IL PROGETTO SU SKYPE
  • 6. RICEVI IL PROGETTO
  • CONTROLLI LE MODIFICHE ONLINE CON L’ARCHITETTO

    Progetto di una casa con Corridoio

    Illustriamo di seguito il progetto di ristrutturazione di una casa che presentava un Corridoio abbastanza lungo e importante.

    1.0. Introduzione al Progetto

    In realtà, il titolo di questo articolo dovrebbe essere “progetto di di una casa senza Corridoio”, ma per attirare meglio la vostra attenzione, abbiamo dovuto cambiarlo.
    Dunque parleremo di un Corridoio, in una casa, e della volontà del suo proprietario di eliminarlo.
    Infatti è stato così che un giorno il Signor Rossi (lo chiameremo in questo modo per ovvi motivi di privacy), ci ha contattato. Ci ha inviato la pianta del suo appartamento provvista di tutte le misure, e ci ha chiesto se fosse stato possibile eliminare del tutto il Corridoio centrale che lo caratterizzava. Come sempre noi abbiamo: chiesto al Signore quali fossero le sue esigenze abitative; esaminato la situazione esistente; e risposto che si, la cosa si poteva certamente fare. Ma approfondiamo meglio l’argomento.

    progetto-casa-con-corridoio-quote-sdf progetto-casa-con-corridoio-quote-prg

    2.0. Esame della situazione esistente

    Il primo passo nella progettazione d’interni di qualunque caso che ci inviate, consiste nella ricostruzione con il CAD della pianta con le sue relative misure. E’ quello che abbiamo fatto quindi anche in questo caso.
    Ricostruita la pianta, ad una prima lettura che ne risultava, abbiamo realizzato sin da subito che il Corridoio che il nostro cliente ci chiedeva di eliminare, occupava una percentuale davvero molto abbondante della superficie dell’intero appartamento.
    L’intero appartamento infatti, dimostrava avere una Superficie Utile (volgarmente detta “superficie calpestabile”, misurata cioè senza l’apporto delle murature) di 143,38 mq. I vari ambienti che lo contraddistinguevano, invece, avevano singolarmente le superfici rappresentate dalla tabella seguente. Dalla lettura si evince che la superficie del Corridoio era dunque talmente preponderante (18,62 mq), che superava anche quella di una delle Camere (12,72 mq).

    AMBIENTESUPERFICIE
    denominazionemetri quadrati
    Ingresso5,90
    Corridoio18,62
    Soggiorno29,07
    Cucina16,13
    Camera-112,72
    Camera-218,78
    Camera-321,41
    Bagno-17,82
    Bagno-29,48
    TOTALE143,23

    3.0. Il Corridoio nella storia

    Prima di procedere nella illustrazione di quello che è stato il nostro progetto di ristrutturazione degli ambienti, spendiamo due parole su quello che il “Corridoio” rappresenta nella distribuzione funzionale degli spazi architettonici interni residenziali.
    Nella storia, il Corridoio è nato contemporaneamente alla nascita degli edifici che includevano più stanze. La sua funzione è perciò quella di servizio, e consente il passaggio da una stanza all’altra, senza che vi sia il bisogno di attraversare alcun vano. La sua forma geometrica vede la lunghezza predominare sulla larghezza.
    I primi esempi di corridoi risalgono ai tempi delle costruzioni mesopotamiche ed egizie. Nei tempi moderni invece, in Italia, se n’è fatto un largo uso (o abuso) nelle abitazioni degli anni 60 e 70, età alla quale risale anche la casa che stiamo esaminando.

    progetto-casa-con-corridoio-superfici-sdf progetto-casa-con-corridoio-superfici-prg

    scarica l’esempio in PDF

    3.1. ORIENTAMENTO ATTUALE

    In età contemporanea si tende all’eliminazione di questo filtro. E la funzione di “passaggio” da un ambiente all’altro, viene affidata al Disimpegno, che solitamente è un ambiente più piccolo e meno lungo del Corridoio.
    Inoltre oggi, quando si entra in una casa, si accede direttamente nel vano più importante di essa che è rappresentato dal Living, o come diciamo noi italiani, “Soggiorno”. E’ stato proprio il carattere che il Soggiorno ha assunto nei nostri tempi, a permettere l’eliminazione del famigerato Corridoio. Ma passiamo ad esaminare ora la richiesta del nostro Cliente.

    4.0. Bisogni abitativi espressi dal Committente

    Oltre a raccomandarci di eliminare il Corridoio, il Committente, esprimeva anche i seguenti bisogni abitativi. Desiderava avere tre camere da letto: una matrimoniale e due camere per i suoi tre figli. Inoltre, voleva anche avere una stanza per la lavanderia ed un bagno più grande di quelli presenti. Desiderava anche avere l’idea di una parete con il camino, attrezzata e moderna. E infine ci raccomandava di tenere in una stanza separata la Cucina. Non desiderava cioè che la stessa fosse esposta alla vista del Soggiorno, ma allo stesso tempo, dichiarava anche la possibilità di avere un varco di passaggio molto ampio tra i due ambienti.

    5.0. Il Progetto senza Corridoio

    Il Progetto proposto al Committente, ha visto l’eliminazione definitiva del Corridoio. Al suo posto, ha trovato luogo un piccolo Disimpegno. Un notevole risparmio di superficie quindi, poiché siamo passati dall’avere 18,62 mq destinati solamente al passaggio tra una stanza e l’altra, a soli 3,92 mq di superficie per il filtro. Esso, assicura comunque efficacemente la sua funzione di transito dalla zona giorno alla zona notte e ai servizi. I metri quadrati risparmiati, abbiamo potuto ricollocarli creando un altro bagno più grande, come il Committente ci aveva richiesto.

    5.1. LA ZONA GIORNO

    Abbiamo fatto in modo di toccare quanto meno possibile la muratura esistente, in modo da non effettuare molte demolizioni. Ciò ha consentito anche un certo risparmio nell’economia dei lavori che il Committente ha gradito.
    Entrando nell’appartamento, si accede direttamente nel soggiorno. La zona d’ingresso, è stata anch’essa eliminata. Al suo posto, abbiamo inserito un semplice pannello vetrato, che consente di schermare parzialmente il Living.
    Eliminando la muratura del Corridoio, è rimasto isolato un pilastro in cemento armato, che per ovvi motivi strutturali e di sicurezza dell’intero edificio, abbiamo dovuto mantenere intatto.
    Separata da un ampio varco allestito con pannelli vetrati scorrevoli, è la cucina, che è rimasta immutata nella sua metratura.
    L’accesso ai servizi e alla zona notte avviene tramite una porta che è leggermente arretrata rispetto alla parete di fondo del Soggiorno.
    Il Camino con la parete attrezzata, che abbiamo appositamente ideato su misura, saranno oggetto di analisi di un altro articolo al quale vi rimandiamo.

    5.2. LA ZONA NOTTE

    Alla zona notte si accede attraverso un Disimpegno, che rappresenta l’unico tratto di Corridoio rimasto inalterato soltanto nella sua larghezza. Tale Disimpegno ci porta sia verso le tre Camere da letto richieste dal Committente, sia verso i servizi, Lavanderia compresa. Il Bagno grande si trova sulla destra, subito dopo la porta che chiude il Soggiorno. Esso è grande abbastanza da contenere: una zona armadi; un doppio lavabo; una doccia ampia; una vasca da bagno a due posti; gli accessori igienici.
    La camera n.1 è stata leggermente ampliata per accogliere due letti singoli. Di conseguenza, la stanza destinata alla Lavanderia si è ridotta di poco. La superficie che ne risulta è comunque delle dimensioni tali da contenere: una lavatrice; un’asciugatrice; un lavabo; un armadietto; un piano da stiro.
    Infine, la camera matrimoniale era abbastanza capace da consentire l’inserimento di una Cabina Armadio, anch’essa abbastanza capiente.

    6.0. Conclusioni

    Abbiamo parlato del Progetto di una casa e specificatamente della ristrutturazione di interni di un appartamento analizzando soltanto l’aspetto redistributivo. Vi rimandiamo ai successivi articoli per approfondire altri aspetti, come quello dell’arredo di interni.