LINEA DIRETTA CON L'ARCHITETTO | SOLO CHIAMATE | Lun-Ven: 10.00-12.00

INTERNI DI ABITAZIONI

Esempi di interni di abitazioni

ESEMPIO n.1 (clicca sulle immagini per ingrandire)

interni-abitazioni-1 interni-abitazioni-2

guarda il progetto completo

ESEMPIO n.2 (clicca sulle immagini per ingrandire)

designer-online-interni designer-online-negozio

guarda il progetto completo

ESEMPIO n.3 (clicca sulle immagini per ingrandire)

designer-interni-casa designer-interni-arredo

guarda il progetto completo

Ristruttura gli interni della tua abitazione, inviaci la tua pianta e le foto del tuo immobile

Riportiamo sotto, dall’Esempio n.1, la richiesta pervenutaci per un Progetto di Ristrutturazione di un appartamento di 75 mq. effettuata da un Cliente del nostro sito.

Salve architetto, mi chiamo Sara e le sottopongo il caso della mio appartamento.
E’ un’abitazione di circa 75 mq in tutto, compresi di cucina e servizi. Vorrei se fosse possibile, un’idea funzionale ed efficace per ristrutturarla aggiungendo una camera doppia per i bambini.
Attualmente l’abitazione ha una camera da letto matrimoniale, una cameretta singola ed un ripostiglio abbastanza ampio. La cameretta è però troppo piccola per contenere due letti per due bambini, quindi vorrei un suggerimento da parte sua per ingrandirla il più possibile.
Inoltre vorrei migliorare la zona ingresso-soggiorno-cucina-corridoio con qualche idea originale, ma desidererei che la zona cottura rimanesse in qualche modo nascosta, anche se non mi dispiacciono gli “open-space
La ringrazio per l’attenzione e aspetto una sua risposta.

La risposta di Architetto Digitale.it

Gentile signora Sara, un appartamento, seppur piccolo, può essere ottimizzato nei suoi spazi per poterli sfruttare al massimo e quindi viverli meglio.
Ho realizzato una soluzione tenendo conto delle sue esigenze. Per quanto riguarda la camera da letto, ho rimpicciolito il ripostiglio per dar luogo ad un’ampia camera da letto per due bambini. Nei render 3d potrà vedere come i letti possano esser disposti uno sovrapposto all’altro in maniera sfalsata: in questo modo rimane spazio nella stanza per sistemare una scrivania, un armadio doppio e una libreria.

Esaminando la disposizione del suo attuale ingresso, noto che c’è molto spazio inutilizzato se non per avere la funzione di passaggio da una stanza all’altra; mi riferisco al corridoio. Come potrà notare dalla pianta, ho eliminato il muro per far risultare il soggiorno un unico ambiente aperto e separato soltanto dalla cucina (che ho mantenuto “nascosta” come lei mi aveva indicato). Infine un piccolo disimpegno ha la capacità di distribuire i restanti ambienti della casa.


Criteri utilizzati nella progettazione

DIVISORI INTERNI

I muri sono tutti intonacati e pitturati in bianco. Il bianco dona luce ad un ambiente, e specialmente se questo è piccolo, dona anche ariosità. L’unico muro d’eccezione nella casa a non essere pitturato in bianco ma rivestito in pietra, è il muro di confine ad ovest dell’appartamento. Questa parte in tal modo foderata dona un particolare effetto nel soggiorno nel quale possono essere approntati dei faretti, sistemati in un controsoffitto cartongessato, a creare degli sbuffi di luce sulla pietra. Volendo si può continuare il rivestimento sin dentro al disimpegno, qui invece dei faretti possono essere utilizzate delle normali lampade a parete.

SCELTE ALTERNATIVE

Se non si vuole utilizzare della pietra per il rivestimento possono essere utilizzati dei mattoncini in cotto, quelli che normalmente si utilizzano per il rivestimento esterno. Un altro effetto particolare è dato dal vetrocemento che sistemato nella zona d’ingresso, nel muro che separa la cucina dal soggiorno, lascia passare la luce tra questi ambienti. Infine nel soggiorno ho sistemato due colonne del diametro di 10 cm. Ovviamente queste sono puramente ornamentali e non strutturali, quindi per realizzarle possono essere utilizzati dei tubi in polietilene, dell’apposita misura. Le finte colonne conferiscono al soggiorno un tocco di eleganza e classicità.

SCELTA DEI PAVIMENTI

Il pavimento nel soggiorno, nel disimpegno e nelle camere può essere in parquet in essenza di rovere, nei restanti servizi può essere utilizzata della buona ceramica in monocottura, così come si evince dal render della cucina.

CONTROSOFFITTO

Il controsoffitto è previsto nella zona soggiorno, e nella camera da letto matrimoniale. Tutto verniciato di pittura bianca e dello spessore adatto per consentire l’alloggiamento dei faretti (30 cm. al finito, vedere sezione allegata).

TENDE E TAPPEZZERIA

Le tende e la tappezzeria in generale, seguono il colore principale della casa che è il bianco, le tende possono comunque essere color beige molto chiaro. Per quanto riguarda la tipologia sono state previste delle tende a tutt’altezza scorrevoli (pannelli giapponesi) nella zona del soggiorno, e tende a pacchetto nel bagno e nella cucina.

SCELTA DEI MOBILI E DELL’ARREDAMENTO

La scelta dei mobili va fatta con un unico criterio badando all’essenza di cui sono fatti e al loro colore. Con i colori studiati per la casa andrebbero bene sia mobili in legno laccati che mobili in legno in essenza di rovere, preferendo sostanzialmente la seconda opzione alla prima. Se invece si preferisce il mobile laccato, le nuance possono andare dal beige fino al bianco. Da evitare i mobili in essenze scure come ad esempio il noce o il wenghè.