LINEA DIRETTA CON L'ARCHITETTO | SOLO CHIAMATE | Lun - Ven : 9-12 / 16-17

Architetto Consiglia

Come progettare una cabina armadio

progetto cabina armadio

Se siete stanchi di vedere i vostri vestiti sparsi per la camera da letto e vorreste un ambiente dove contenere il tutto, ma non sapete da dove iniziare per predisporre una cabina armadio nel vostro appartamento, dovete leggere questo articolo. Vi spiegherò con disegni e immagini come progettare una cabina armadio. Vi dirò delle misure minime di cui tenere conto e delle finiture che potete approntare per dar vita ad una cabina ad hoc.

Prima di capire come progettare una cabina armadio, dobbiamo innanzitutto comprendere se abbiamo a disposizione lo spazio in più che serve per poterlo fare. Abbiamo già parlato della metratura minima che deve avere una stanza da letto matrimoniale. Quindi sappiamo che per essa necessitano, per norma, almeno 14 mq utili. Mentre per una stanza con un letto singolo i metri quadrati utili da tenere in conto scendono a 9. Ora, se abbiamo più di questa superficie a disposizione possiamo cominciare a capire come fare per progettare una cabina (figura 1). Altrimenti dovremo accontentarci di un bell’armadio.

ANALISI DELLA SUPERFICIE A DISPOSIZIONE

Eccola qui, la nostra camera da letto matrimoniale (figura 1). Abbiamo dello spazio che ci avanza oltre i famosi 14 mq da destinare al letto, ai comodini, etc. Questi 14 mq infatti rappresentano la minima superficie esistenziale (secondo un Decreto del Ministero della Sanità del 1975) per poter dormire. Ora, invece dell’armadio che vediamo sistemato sul lato destro della pianta, possiamo decidere di creare una bella cabina (figura 2).

ESATTAMENTE, DI QUANTO SPAZIO ABBIAMO BISOGNO?

Dobbiamo prima di tutto considerare la larghezza che occupa un abito appeso. Per farlo possiamo riferirci benissimo alle dimensioni degli stessi mobili-armadio, sappiamo infatti che tutti gli armadi sono profondi all’incirca 60 cm. Poi dobbiamo considerare anche lo “spazio di manovra”, cioè lo spazio che ci occorre per entrare nella cabina, stare in piedi di fronte ad essa, e prelevare i vestiti. Abbiamo quindi bisogno di almeno altri 60 cm. Ovviamente dobbiamo chiudere la cabina con un setto divisorio, dovremo dunque considerare lo spessore di questo setto. Per un divisorio in muratura abbiamo bisogno di circa 10 cm. La lunghezza delle scaffalature deve essere di almeno 160 cm, poiché questo è lo spazio di un armadio classico di almeno due scomparti verticali. Altrimenti abbiamo una cabina poco capiente che ci conviene sostituire con un armadio vero e proprio. Infine per dare più spazio agli scaffali, è bene sfruttare tutta l’altezza di cui disponiamo. Sistemeremo a portata di mano i vestiti e riporremo nei piani alti i cambi di stagione, o tutte quelle robe che ci servono meno frequentemente.

DIVERSE SOLUZIONI-TIPO

Nelle immagini precedenti e successive potete vedere una serie di soluzioni-tipo con delle piante che riportano accanto alla camera da letto, una cabina armadio (figura 2). C’è una soluzione con la cabina angolare (figura 5), e per gli ambienti molto alti, la cabina può essere sistemata sotto ad un soppalco, sul quale si può sistemare il letto (figura 6).

COME CHIUDERE LA CABINA

Oggi le pannellature scorrevoli per chiudere una cabina armadio si possono trovare molto facilmente anche negli stores economici come Leroy-Merlin. Potete dare sfogo alla vostra fantasia scegliendo finiture e colori che più vi piacciono. Il consiglio però è quello di preferire colori neutri e tinte uniche perché si possono facilmente adattare ad ogni tipo di arredamento che potete avere. Se volete una dritta sui colori neutri, leggete questo articolo che ho scritto a proposito delle pareti.

FARETTI E CONTROSOFFITTO

Se volete dare un bell’effetto, abbiate molta cura dell’illuminazione sia dentro che fuori alla cabina. Potete predisporre un controsoffitto con dei faretti per sottolineare la finitura delle pannellature all’esterno e illuminare bene i vostri scomparti all’interno.

CABINA ARMADIO FAI DA TE

Per tutti gli amanti del “fai-da-te”, l’azienda Leroy Merlin mette a disposizione sul suo sito e nei suoi negozi di vendita, pannellature scorrevoli per i setti divisori e per l’interno della cabina gli scomparti, le scatole e le scarpiere. Per qualsiasi consiglio extra potete chiedermi un consulto, mi occuperò personalmente di darvi delle dritte per il vostro singolo caso. E con questo abbiamo chiuso… non mi resta che augurare una buona cabina armadio a tutti voi che mi avete letto sin qui!




ARTICOLO DI MARIA GRAZIA MANCA Copyright ©
Si autorizza la riproduzione parziale o totale solo se presente un link al presente articolo